Rompete gli schemi Donne !

Troppo spesso mi trovo di fronte a donne che negano con forza la realtà, o ancor peggio sono Donne bellissime ma, piene di complessi. Mogli che apparentemente sembrano felici ma, in realtà, si nascondono dietro ad un “oramai”, come se avere un marito e dei figli sia incompatibile con il sesso, con la passione, con tutto quello che PRIMA facevano.
Piene di “Prima” e “Oramai”, si negano a 30, 40, 50 anni, tutto ciò che è il bello della vita e questo perché mettono avanti quel pensiero che fa tanto “Madri Responsabili” (quelle che molti uomini vogliono in casa, per poi  guardare però, fuori casa le altre). In realtà il pensiero “del dopo perchè son madre”, è solo una triste scusa ed un illudersi che a tutti gli “oramai” c’è un motivo fondato e per giunta immutabile.
“Sono ingrassata per il parto.. dovrò mettermi a dieta, dovrò andare in palestra, dovrò dovrò ..  poi, ora devo pensare ai piccoli…” .. 🤔
“Sono anni che siamo sposati, con i figli trovare il tempo per stare insieme oramai…” 🔝
“Ho lasciato il lavoro, volevo godermi loro” … 😟
Quando parli di cose che esulano da biberon, recite scolastiche o, cambi discorso quando iniziano l’elenco delle prodezze dei loro figli, ti rispondono tra lo scandalizzato e l’imbarazzato: “un completino intimo alla mia età? Ho 38 anni, lo sai che mi dice mio marito se mi concio così…”. Vorrei tanto sapere invece cosa dice o pensa delle altre il marito..😐
😏
….
Ogni volta mi chiedo se si rendono conto che esistono anche loro, il fatto che nascondersi dietro una gravidanza non fa sexy una donna profondamente mutata nel corpo o nel suo essere donna.
Mi chiedo se si rendono conto che anche i mariti hanno gli occhi e guardano….. loro e le altre.
Mi domando se sono consapevoli che il sesso migliore per una donna inizia a 40anni.
Non mi capacito del perché un matrimonio e i figli vuol dire funerale del sesso e della passione di una coppia.
Rifletto: avranno capito che proprio il problema con loro stesse ed il continuo rinviare in nome di una maternità è il motivo per cui poi c’è il “decesso di una Coppia” ?
Vi do una notizia per chi ancora non lo avesse scoperto: si può essere donne, sexy, mogli&amanti dello stesso uomo, ed essere comunque Madri!
Scusate se, con questo post ho urtato la sensibilità di qualcuno.
Ritengo però, che una cruda verità sia meglio di tante stupidaggini che le donne si “scambiano” in nome di una finta solidarietà femminile. Credere a complimenti fasulli del tipo stai bene lo stesso, sei una fantastica madre, hai tutto il tempo, vede solo te … sono solo un volersi illudere che in fondo va bene così…. va bene fino a che, sole, hanno lo sconforto ed il pianto a dirotto (dando poi la colpa agli ormoni)!
Ogni volta che le mie orecchie devono subire questo strazio di parole, parole, parole sento Totò che urla “MA MI FACCIA IL PIACERE”. Sento mia madre che mi diceva: “dovevi nascere uomo”.. e aveva ragione, perchè spesso, penso proprio che loro abbiano ragione da vendere! Gli uomini sono uomini anche se diventano padri e mariti, ricordatelo sempre ed allora, per concludere con uno spot pubblicitario:  La Donna Beatrix Design ROMPE GLI SCHEMI.
Beatrix Design Women
Scaldamuscoli mezza coscia in tricot con nastrino in velluto e brillantino by Beatrix Design
Annunci

CHI TENERE NEL ♥

Vi auguro un Natale insieme alle persone che amate davvero e che vi amano per ciò che siete. Nel vostro cuore fate posto solo a chi lo merita, a chi vi rispetta e a chi vi dimostra, con i fatti e non a parole, che Voi siete importanti.
♥Buon Natale.
Scatola porta regalo in tricot e crochet. Cucita e ritagliata a mano.

By Beatrix Design♥

 

Guanti e scaldapolsi in tricot Beatrix Design ♥

Due accessori moda che non possono mancare nel nostro armadio invernale!

Questi della mia linea sono realizzati a mano e impreziositi da teneri pattern

o inserti unici come quelli in alcantara per i guanti modello corto mezze dita

Le varianti e le personalizzazioni saranno il mio più grande divertimento ♥

A presto amici

Ritornando al tricot … scaldamuscoli.

Un accessorio di danza oppure, semplicemente un capo di abbigliamento per un outfit trendy ! Qualsiasi sia il motivo per cui li indossiate fanno tendenza.

Questi primi modelli che vi presento si ispirano alla Danza, e sono stati concepiti in due varianti:  

“Braid knit Classic” con o senza pom pom, una linea classica in colori pastello

 e “Braid knit Modern”, con colori più accesi per la danza contemporanea o hip hop. 

Sperando vi piaccia il pattern e gli accostamenti per cui ho optato, vi invito a visitare la mia pagina fb  Beatrix Design     e magari lasciare un Like! Vi saluto con il ♥

 

Cos’è “Hygge” ?Ricondivido un post di una cara amica ❤

Incuriosita dalla parola HYGGE ho cercato del materiale per farne un articolo. Il mio angolo relax con la rivista Casa Facile da cui ho preso spunto. Da una recente ricerca sembra che il popolo danese sia il più felice al mondo malgrado i lunghi inverni freddi e le poche ore di sole. Come ci riescono? […]

via HYGGE — time2lifestyle

Trecce sportive ed eleganti per un “Pullover Kids” in tricot.


Pullover part Beatrix Design Kids

Pullover primaverile della linea Beatrix Design Kids.

Si tratta sempre di un capo su misura e personalizzato 😉

 

Pullover Beatrix Design Kids

 

Pullover part2 Beatrix Design Kids

Dedicato a Beatrice

abito figli dei fioriSenza parole per un post che mi è stato dedicato. Un augurio Pasquale inatteso, visto che l’ho scoperto stasera e, quindi, con gioia immensa lo pubblico! Grazie Neda di ♥ quel cuore gonfio di gioia, come ti ho scritto già, il mio ♥. COSÌ, con questo post di questo dolcissimo blog della mia amica artista e poeta, vi auguro buona Pasqua💘

Un Dente di Leone

Questo articolo è dedicato a Beatrice
https://ilcuoredibeatrix.wordpress.com/
e alla sua creatività che mi ha ispirato.

Negli anni settanta, al tempo dei “figli dei fiori”, periodo nel quale eravamo giovani, magri, spensierati e fiduciosi nel futuro, indossavamo abiti molto colorati e divertenti.

Possiedo una grande soffitta e non butto mai via nulla, per la disperazione di mio marito che non si azzarda più a girare fra gli innumerevoli scatoloni che giacciono lassù.
L’anno scorso, mi è capitato fra le mani un vecchio abito della mia lontana gioventù, ancora ben conservato, ma nel quale non sarei riuscita a entrare nemmeno se mi fossi cosparsa di grasso di foca.
Così l’ho disfatto completamente, ricavandone due bei pezzi di stoffa.
Ho trovato anche un maglioncino leggero tutto a strisce colorate. Scoperto che il maglioncino si poteva disfare, l’ho scucito e ne ho ricavato tanti bei gomitoli di cotone makò: rosso, nero, beige, azzurro e…

View original post 109 altre parole